• Guido Traversa

    Guido Traversa

    Professore stabile di Filosofia Morale presso l’Università Europea di Roma.
    Professore invitato presso Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma.
    Professore Invitato presso Università Pontificia Antonianum di Roma.
    Presidente Istituto di Filosofia, IFACE.

  • Claudio Bonito

    Claudio Bonito

    Licenza in Filosofia conseguita presso Università Pontificia Anselmianum di Roma
    Ha conseguito il Diploma di Master in Scienza e Fede e il Diploma di Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma; presso la stessa Università ha conseguito il Diploma di Specializzazione di Studi Sindonici.
    Attualmente è vice coordinatore del Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale effettuato presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e l’Università Europea di Roma; è professore a contratto presso lo stesso Master.
    Collabora nel coordinamento del gruppo di Neuroetica dell’Ateneo Regina Apostolorum di Roma.

    Attualmente sta svolgendo un dottorato di ricerca in Filosofia su tematiche relative alla filosofia e al postumanesimo.

    É vice presidente dell’Istituto di Filosofia IFACE.

  • Silvia Manca

    Silvia Manca

    Critico d’arte e Consulente filosofico.
    Ha svolto attività di Cattedra come Cultore della materia presso l’Insegnamento di Critica d’Arte de ‘La Sapienza’ di Roma occupandosi delle interazioni tra filosofia e psicoanalisi in merito all’immagine.
    Ha lavorato come formatore nelle HR sviluppando progetti che prevedano l’uso delle immagini.

    Dal 2009 è Professore a contratto nel master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Esistenziale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e l’Università Europea di Roma occupandosi di pratiche filosofiche con le immagini denominate ‘pratiche di immagine’ (P.d.I.).
    Da diversi anni propone laboratori di sviluppo personale e su temi etici attraverso l’uso delle immagini e consegue l’abilitazione professionale di guida turistica di Roma e Provincia organizzando visite guidate in lingua italiana ed inglese per adulti e bambini.
    Dal 2014 è socia fondatrice dell’Iface, l’Istituto di Filosofia applicata alla Consulenza e all’Etica.
    Nel 2015 le P.d.I. vengono presentate ufficialmente al pubblico nell’ambito di una serata evento del Festival della Complessità al MAXXI di Roma.

    Per info: www.pratichedimmagine.it

  • Giulia Bovassi

    Giulia Bovassi

    Nata il 23 settembre 1991 a Monselice (PD).

    Ha conseguito la laurea in Filosofia (110/110) con una tesi in filosofia politica sul concetto di normalizzazione in
    Michel Foucault.
    Ha conseguito il diploma di Perfezionamento in Bioetica presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore
    di Roma (30/30 e lode).
    Ha conseguito il diploma di Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e l’Università Europea di Roma (superato con discussione della tesi finale).
    Attestazione di frequenza del Corso di Biodiritto (Facoltà di Diritto Canonico San Pio X, Venezia).
    Laureanda del Corso di Licenza in Bioetica presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (Roma).
    Diplomata al Corso di Perfezionamento in Neurobioetica “Neurobioetica e Transumanesimo”. presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, con superamento della tesi finale.

    Research Scholar per la Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, unitamente al Gruppo di Ricerca interdisciplinare in Neurobioetica (GdN) con sede a Roma, del quale fa parte.

    Membro dell’Istituto di Filosofia Applicata alla Consulenza e all’Etica (IFACE).

    Ha curato per il volume «Interreligious Perspectives on Mind, Genes and the Self. Emerging Technologies and Human Identity» di Joseph Tham, Chris Durante e Alberto García Gómez, pubblicato dalla casa editrice Routledge (Londra) nella collana Routledge Science and Religious Series, la stesura e la pubblicazione, a quattro mani insieme a P. Alberto Carrara L.C., del capitolo «Neurogenomics from the Catholic Tradition: a Succinct Anthropological Perspective Based on Recent Developments».

    Autrice del testo “L’eco della solidità. La nostalgia del richiamo tra antropologia liquida e postumanesimo”, IF PRESS, Roma 2017, nato dalla tesi conclusiva del Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale, primo volume della collana “Laboratori di Filosofia” (IFACE).

    Ha pubblicato un capitolo sul III Volume dedicato alla Bioetica della collana “Contro Corrente. Saggi contro la deriva antropologica”, edita da Edizioni Croce-Via, 2017.

    Tiene conferenze su tematiche inerenti al suo percorso formativo e legate al contenuto analizzato nel suo testo “L’eco della solidità”, sul quale ha tenuto anche tre incontri accademici, presso l’APRA partecipando all’apertura del primo Corso di Perfezionamento in Neurobioetica; in occasione della lezione conclusiva del Master in Consulenza Filosofica e Antropologia Esistenziale; a Roma durante l’evento «Frontiere estreme della neuroetica: l’idea del trapianto di testa», interno alla Brain Awareness Week 2018.

    Autrice e speaker del programma radiofonico “Aut-Aut. Pillole di Bioetica”, Radio Giovani Arcobaleno (Guidonia).

  • Federico Aru

    Federico Aru

    Federico Aru è nato a Cagliari il 7 luglio del 1984.

    Vive e lavora a Torino nel settore del turismo sociale- In particolare opera nell’ambito della formazione e della progettazione dei servizi e nell’organizzazione di esperienze residenziali di vacanza per minori.

    Si è laureato nel 2008 in Filosofia (indirizzo storico-filosofico) all’Università degli Studi di Cagliari con una tesi sul concetto di analogia in Tommaso d’Aquino, Aristotele e Kant. In particolare la vita
    e le opere di Kant hanno tracciato il percorso di studio e di vita che da quel momento in poi ha continuato a esplorare.

    Dal 2010 al 2012 svolge esperienze diverse, tra ulteriori tentativi formativi e prime occasioni di lavoro in diverse località italiane. A questo importante periodo risalgono anche i primi esperimenti di scrittura che, in particolare nel 2012, lo hanno portato alla stesura delle prime bozze di Sulla scia del vento, che sarà pubblicato da Genesi Editrice di Torino all’inizio del 2019.

    Nel 2013 si è trasferito per motivi di lavoro dapprima stabilmente in Liguria e poi, dal 2016, a Torino. Questa fase ha segnato sia la ripresa degli studi in filosofia all’interno dell’ambiente milanese sia l’avvicinamento alla Philosophische Praxis.

    Ha quindi frequentato il Master di I livello in Consulenza filosofica e antropologia esistenziale presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma (conclusosi all’inizio del 2019) diplomandosi con una tesi sui presupposti filosofici della progettazione educativa.

    I suoi attuali interessi spaziano dalla filosofia benjaminiana della storia alla progettazione educativa, dalla questione del tempo al tema del perdono e delle sue connessioni con la pratica filosofica.

    Dal 2019 fa parte del direttivo dell’IFACE.