“Socrate lavora alla Apple”

René Magritte, “Il figlio dell’uomo” 1964

In un articolo pubblicato qualche mese fa[1], leggevo di come la pratica filosofica, accetti la sfida di misurarsi con il divenire della realtà aziendale di oggi, posando i suoi occhi sui dettagli della vita quotidiana che abitualmente si trascurano, invitandoci a riflettere sul fatto che, come ha ricordato Susan Sontag[2], “il vedere, e l’accumulazione di ciò che vediamo, non potrà mai avere fine”.

Il filosofo pioniere del dialogo varca la soglia delle società aziendali,

Leggi tutto

Piove sul bagnato: fenomenologia delle “fake news”

Nel dibattito pubblico si parla sempre più spesso di “fake news”, termine inglese che generalmente si traduce in italiano con “notizie false”. L’inglese to fake può tradursi in italiano con espressioni quali contraffare, falsificare, fare finta di… come sostantivo, invece,  fake è traducibile come raggiro, inganno, truffa, cosa fasulla. Si dice allora di un fake come di una fastidiosa simulazione farsesca, di una banale bugia, ma anche di oggetti palesemente fasulli come le “taroccate” commerciali.

Leggi tutto

Identità sonore: risonanze, dissonanze e propensioni

 “Tutti i problemi dell’esistenza sono essenzialmente problemi di armonia. 

Essi nascono dalla percezione di un disaccordo non risolto e dall’istinto verso un accordo o un’unità ancora sconosciuti”.  Sri Aurobindo  

Ancor prima che uno spazio fisico, occupiamo uno spazio sonoro.

La nostra identità sonora ha un vero e proprio peso specifico, predominante rispetto ad altre caratteristiche che ci costituiscono: il nostro suono è la nostra essenza, il nostro colore, la “fondamentale” che da fisionomìa al nostro stare al mondo.

Leggi tutto

La filosofia degli schermi

Bohumil Kubišta – Meditace

“Il suono di uno strumento a fiato reca nella sua qualità l’impronta del soffio che lo genera e del ritmo organico di questo soffio, come dimostra l’impressione di stranezza che si ottiene trasmettendo alla rovescia dei suoni registrati normalmente. Ben lungi dall’essere un semplice “spostamento “il movimento è inscritto nella trama delle figure o delle qualità, è come un rivelatore del loro essere.”[1]

La riflessione filosofica non può sottrarsi all’esperienza degli schermi che, in maniera mutevole, attraversa la quotidianità di ognuno di noi.

Leggi tutto

La consulenza filosofica in azienda: i tempi sono maturi?

Mercoledì  3 maggio scorso si è svolta una stimolante riflessione sulle opportunità ed il ruolo che la consulenza e le pratiche filosofiche possono giocare in azienda.

La  Pontificia Università Antonianum, in collaborazione con l’Iface, ha organizzato una conferenza pubblica sul tema: “La consulenza filosofica. La pratica filosofica nella realtà contemporanea: quotidianità e mondo del lavoro.

I relatori hanno presentato le loro esperienze professionali…

Leggi tutto

Un personalista alla corte di Francia?

Leggendo i quotidiani di questi ultimi due giorni il nome di Emmanuel Macron vincitore, (per il momento, in attesa del ballottaggio), alle recentissime elezioni francesi, è stato accostato al filosofo personalista Paul Ricoeur di cui è stato assistente durante gli studi per il Diploma Post laurea in Filosofia.

Immagino Macron discutere di politica – si è laureato all’Istituto di Studi Politici di Parigi Sciencepo – con Ricoeur, magari passeggiando nei corridoi universitari, dibattendo lo scontro-incontro tra amore e giustizia, tema così caro al filosofo.

Leggi tutto

Social network: avviato lo studio del fenomeno

Ha avuto inizio, alcuni mesi fa, la ricerca dell’Osservatorio sul fenomeno dei social media; un gruppo di ricercatori del Master in Consulenza filosofica ed Antropologia Esistenziale sta studiando ed analizzando le implicazioni e le propensioni che la dimensione social produce sull’identità e sulle relazioni interpersonali.

Leggi tutto