Westworld: l’Eden dell’Oltreuomo

Fonte: “Prospettiva Persona- Trimestrale di Cultura, Etica e Politica” N.99 Gennaio – Marzo 2017; Centro di Ricerche Personaliste di Teramo.

Abstract  

Un nuovo mondo distopico dove essere uomini non è l’ultimo stadio evolutivo, ma una dimensione superabile e la genialità mortale forgia oggetti per sentirsi compresa-ristorata nel compiacimento delle proprie pulsioni. Tormentato fra voyeurismo, dominio, violenza e schizofrenia identitaria, l’essere umano, trapiantando nel suo braccio la mano di Dio, suicida se stesso per godere della schiavitù di una libertà liquida, mortificando la sua ontologica superiorità divenuta oggetto di piacere a se stesso.

Leggi tutto